“Cosa accadrà in pochi mesi” – Libero Quotidiano

“Per la mobilitazione dei riservisti ci vorranno mesi”: ne sono convinti i servizi segreti britannici. Secondo loro, Putin “accetta un considerevole rischio politico sperando di generare capacità di combattimento”. Ieri era stato il ministro della Difesa Sergej Shoigu ad annunciare il richiamo di 300mila riservisti. Oggi l’intelligence inglese sostiene che questa operazione “metterà in difficoltà la Russia stessa da un punto di vista logistico e amministrativo, mentre è improbabile che questi nuovi effettivi possano essere operativi per mesi”. Lo riferisce il ministero della Difesa britannico nel suo aggiornamento quotidiano di intelligence sulla situazione del conflitto in Ucraina.

 

 

 

“La Russia sarà probabilmente in difficoltà con le sfide logistiche e amministrative anche solo per radunare 300mila persone – si legge nel rapporto dei servizi -. Probabilmente farà un tentativo di creare nuove formazioni composte per la maggioranza di queste truppe, che però difficilmente potranno diventare effettivi combattenti prima di mesi”. Ci vorrà del tempo, insomma. Mosca invece avrebbe bisogno subito di nuove forze per rispondere al contrattacco ucraino degli ultimi…