Coronavirus, morto poliziotto della scorta di Giuseppe Conte

Una bruttissima notizia è stata appresa dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e da tutto il popolo italiano. Nelle scorse ore è deceduto il sostituto commissario di Polizia di Stato, Giorgio Guastamacchia, il quale faceva parte della scorta del premier. Era in servizio presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza. L’uomo, di 52 anni, ha perso la vita a causa di alcune complicazioni di una polmonite, causata dal contagio da coronavirus. Non è quindi riuscito a superare la fase più acuta della malattia.

Guastamacchia era sposato ed aveva due figli. Grande tristezza da parte anche del capo della Polizia, Franco Gabrielli, il quale ha voluto esprimere i suoi sentimenti di cordoglio e di vicinanza ai familiari. Intorno a questi ultimi si stringono tutti gli uomini e le donne della Polizia di Stato. Il sostituto commissario era ricoverato all’ospedale Spallanzani di Roma, dove è morto. Lo ha voluto omaggiare anche il segretario generale del sindacato di Polizia, Mosap. (Continua dopo la foto)

Fabio Conestà ha affermato: “Esprimiamo il nostro cordoglio e la nostra vicinanza alla famiglia di Giorgio Guastamacchia e siamo vicini a tutti i colleghi che sono in prima linea a fronteggiare…