Contratti, rinnovo (con 125 euro in più) per i dipendenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri- Corriere.it

Firmato il nuovo contratto per il personale non dirigenziale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che prevede un aumento di 125 euro medi al mese per 13 mensilit a cui vanno aggiunti gli arretrati dal 2016. Nel dettaglio i sindacati hanno sottoscritto con l’Aran, l’agenzia negoziale di parte pubblica, il contratto collettivo per il triennio 2016-2018. Il precedente Ccnl era stato firmato nel 2009.

Il contratto firmato oggi — fanno sapere l’Flp, la federazione dei lavoratori pubblici funzioni pubbliche — il risultato di una lunghissima trattativa e giunge con grandissimo ritardo rispetto agli analoghi degli altri comparti di contrattazione dei settori pubblici, sottoscritti nel 2018. Il personale non dirigenziale della Presidenza del Consiglio dei Ministri resta ancora indietro di una tornata contrattuale, quella relativa al triennio 2019-2021. Si conclude finalmente in maniera positiva una situazione paradossale e inaccettabile – dice il segretario generale Cse Marco Carlomagno — Non si pu essere costretti a lavorare senza Ccnl, scaduto e non rinnovato dal 2016. Da subito lavoreremo affinch si giunga ad un accordo quanto pi soddisfacente possibile anche per il rinnovo per il triennio 2019 – 2021.

In materia di…