Conti correnti, a gennaio 2023 la spesa sale a 132 euro all’anno: costi boom per i conti online

Rialzi superiori al tasso di inflazione

L’inflazione non colpisce solo i beni di largo consumo ma anche i servizi finanziari. E tra questi i conti correnti bancari sono la tipologia di prodotto finanziario che nel 2022 ha subito il maggior balzo dei costi per gli utilizzatori/clienti provocando un aumento significativo della spesa per i risparmiatori per un servizio di cui è ormai pressoché indispensabile per la normale gestione finanziaria della famiglia. A testimoniare di questi rincari c’è la nuova indagine dell’Osservatorio SOStariffe.it e ConfrontaConti.it, che fotografa l’evoluzione del settore nel corso degli ultimi 12 mesi mettendo a confronto i dati di febbraio 2022 con quelli di gennaio 2023. Ne emerge un quadro preoccupante, da cui risulta che nel corso del 2022 la spesa è aumentata dell’8%. Il costo medio di un conto tradizionale risulta a questo punto pari a 132 euro per ogni correntista. Mentre il costo medio annuo di gestione per un conto corrente online è di 90 euro.