Conte va da Draghi. Nel M5s prevale la linea governista

Nel Consiglio nazionale convocato questa mattina maggioritaria la posizione di chi chiede di non strappare dal governo. Ora il vertice a Palazzo Chigi

Giuseppe Conte è arrivato a Palazzo Chigi per incontrare Mario Draghi. Un vertice inizialmente in programma lunedì, e che anche oggi ha subito vari spostamenti di orario. Alla fine, il presidente del M5s è arrivato all’appuntamento con un mandato dei suoi. Che gli chiedono in larga parte di non strappare, di rimanere all’interno della maggioranza di governo. Almeno questo è quanto è emerso dal Consiglio nazionale del Movimento cinque stelle che Conte aveva convocato al precipuo scopo di chiarire alcuni punti.

Sul dl Aiuti, come abbiamo raccontato, i grillini si sono incartati. E su Superbonus, termovalorizzatore di Roma e Reddito di cittadinanza l’obiettivo era ottenere delle rassicurazioni da parte dell’esecutivo. Adesso però nel M5s si sono convinti che non sia il caso di staccare la spina, magari raggiungendo un mutuo accordo: non mettere la questione di fiducia sul testo in votazione in questi giorni alla Camera. “Durante il Consiglio nazionale è emerso il disagio politico dell’intera comunità del MoVimento. La permanenza al Governo del M5S dipende dalle risposte concrete, nei fatti, che…