Conte e Salvini, dalla rottura dopo il Papeete alla convergenza- Corriere.it

di Fabrizio Roncone

Diversi tra loro ma pronti all’intesa: gi capitato due volte. Guidano entrambi partiti lacerati da dibattiti interni. La profezia di Tabacci: La coppia s’ riunita. I sondaggi di Lega e M5S sono in costante calo. E quindi hanno biechi interessi elettorali

Lasciate stare i proverbi. Non sempre vero che Dio li fa, e poi li accoppia (anche se i due tipi di cui parleremo sono entrambi molto devoti). Certe volte si cercano, si annusano. E decidono sul momento. Convenienza. Pura, tragica, volgare convenienza. La convenienza il motore di questa cimiteriale stagione politica e spiega come, nelle ultime settimane, Giuseppe Conte e Matteo Salvini avessero ricominciato a brigare. (Adesso state a sentire: siamo nel Salone Garibaldi, il transatlantico di Palazzo Madama — mercoled pomeriggio, saranno le 16, o gi di l, gran casino, il governo ormai sull’orlo del burrone — ed ecco che spunta Bruno Tabacci, autorevole sottosegretario di Stato e amico personale di Mario Draghi, l’aria curiale, quasi 76 anni e quasi tutti — cominci da ragazzo nella Dic — trascorsi dentro il potere. E che fa Tabacci? Vuota il sacco. La coppia s’ riunita. Quale coppia? Conte e Salvini. Continui. Tutti voi cronisti, per giorni, avete guardato Conte, i suoi capricci, i…