Contante, la passione degli italiani per le banconote da 200 e 500 euro- Corriere.it

Meglio andarci piano con i giudizi sulla legge di bilancio, perché sta ancora cambiando a ritmi vorticosi. Per i complimenti e le critiche aspetterei almeno lunedì sera, quando il governo dovrebbe vararla dopo una rapida e faticosa gestazione.
Per quanto riguarda il rapporto degli italiani con il fisco, si è capito però che la premier e la sua maggioranza sono attratti da due campi di forza contrastanti: da un lato cercano di tendere la mano ai contribuenti che hanno qualche cicatrice aperta (o qualche prurito), dall’altro non vogliono dare il senso di una resa all’evasione.
Se questo esercizio di equilibrismo riuscirà lo sapremo presto, ma per ora mi tengo ai fatti. E per quelli mi sono fatto dare dalla Banca d’Italia i dati più grezzi che ci siano: la circolazione di banconote di tutti i tagli in Italia, trimestre per trimestre, negli ultimi anni. Lasciate che vi racconti cosa ho scoperto.

Prima, però, una premessa. Volevo capire quante banconote da cinquecento, duecento, cento euro o più piccole siano state emesse dagli sportelli di banca in Italia negli ultimi anni e quante invece sono state depositate. Il motivo è evidente: sembra che con la legge di bilancio il governo alzerà la soglia dei pagamenti permessi in contante a cinquemila euro (oggi è a…