Concerie made in Italy, misure per 10 milioni- Corriere.it

Dieci milioni di euro per supportare la ripartenza dell’industria conciaria. Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto per l’erogazione dei contributi a fondo perduto per sostenere questa filiera del Made in Italy messa in difficolt prima dal Covid e poi dall’aumento dei prezzi delle materie prime. una misura simbolica, i soldi sono pochissima ma un segnale importante perch per la prima volta l’industria conciaria viene presa in considerazione e lavoreremo affinch non cali l’attenzione del Governo su questo comparto, afferma Fulvia Bacchi, direttrice di UNIC – Concerie Italiane. Il settore conciario ha risentito della pandemia con un calo del 20-25% del fatturato nel 2020 a seconda dell’ambito di destinazione: moda, calzature, arredamento, automotive. Sottolinea Bacchi, l’arredamento ha tenuto di pi segnando un +3% ma da una stima prudente le aziende, solo per adeguarsi alle misure di sicurezza per il Covid, hanno speso dai 30 ai 50 milioni.

Il 2021 invece si chiuso in ripresa, anche se non sono stati raggiunti i livelli pre-Covid. Sarebbe andata meglio se non ci fosse stato un aumento incontrollato dei prezzi delle materie prime, dei prodotti chimici, dell’energia e della logistica. Aumenti a due cifre per…