Con Letta (o dopo Letta): nel Pd inquieto si riaffaccia Bonaccini

C’è chi lo vede già come il prossimo segretario dem in caso di batosta elettorale, ma sulle alleanze il governatore emiliano sta con Letta: servono anche Si ed Europa Verde. Ma chiede a Calenda di pensarci un’altra volta: “Perché con la forza e in solitudine non si ottiene granché”

Sarà pure il Mario Balotelli del partito democratico. L’eterna promessa per la segreteria dem. Eppure Stefano Bonaccini, governatore dell’Emilia-Romagna con deciso piglio riformista nella partita delle alleanze ha sposato in tutto e per tutto le scelte del segretario dem Enrico Letta. Proprio quello a cui tutti vociferano si preparerebbe a fare le scarpe dopo il voto del 25 settembre e l’eventuale batosta elettorale.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web a € 8,00 per un mese Scopri tutte le soluzioni
OPPURE