con lei la Corona ritrova credibilità- Corriere.it

di Enrica Roddolo

Ricorda Elisabetta I, dolce solo all’apparenza; e Elisabetta II le riconoscente (e forse ci si rivede). Regina per mestiere, mai stanca di sorridere, una gran lavoratrice

Quel riferimento a Catherine, nome all’anagrafe di Kate Middleton, nel discorso di Natale di Elisabetta II ha confermato quel che dal 2011 — quando entr nella Firm dei Windsor sposando William — la commoner diventata duchessa di Cambridge ha costruito. Una credibilit senza se e senza ma. Ci di cui ha bisogno la monarchia britannica. E la regina ha voluto metterlo in luce scandendo il suo nome con riconoscenza.

Mai un passo falso, sicura. Dolce e docile, ma solo all’apparenza. Come la Queen Mum, Elizabeth Bowes-Lyon moglie di Giorgio VI, il re balbuziente che grazie a lei conquist sicurezza, persino carisma. La Dainty Duchess, cos era chiamata Elizabeth, era stata in giovent una ragazza frizzante proprio come l’abito da flapper degli Anni 20 che indoss nel 1923 per dire s al futuro re. Ma presto rivel la vera tempra. Cecil Beaton, il celebre fotografo con il quale collabor per scatti che regalassero al mondo l’idea di una Corona rassicurante (fu la prima a corte a intuire la potenzialit dell’immagine), disse di lei che era come un marshmallow forgiato da una…