Commissione Covid, ci siamo ▷ Zaffini (FdI) “Alcune cose fatte non sono degne di un Paese civile”

La commissione di inchiesta sul Covid sarà presto realtà. Manca la data, così come la formula (monocamerale o bicamerale), non la volontà politica di maggioranza e parte dell’opposizione di metterla in piedi. L’ipotesi è che venga istituita in primavera. Solo allora parte la politica si incaricherà di fare chiarezza sulla gestione della pandemia da parte dei governi che, tra 2020 e 2022, si sono succeduti nella gestione dell’emergenza, sulla quale si estendono non poche ombre.

“L’attuale maggioranza e non solo sono favorevoli a che si parta“, commenta l‘onorevole Francesco Zaffini (Fratelli d’Italia), presidente della commissione Sanità del Senato. “Bisogna solo capire la formula da usare, ma la faremo. Lo dobbiamo agli oltre 160mila decessi, alle migliaia di attività chiuse, dobbiamo far luce sulle scelte della politica in quel frangente“.

Un partito, Fratelli d’Italia, che da sempre si è espresso per cercare di capire di più i punti oscuri della gestione dell’emergenza. “Io stesso, nella scorsa legislatura, ho insistito molto perché si creasse una commissione di questo tipo, ma si era ritenuto di non procedere perché l’emergenza era ancora in corso. Era a mio avviso opportuno che il parlamento andasse a guardare da vicino i…