Come sarà il nuovo Parlamento «tagliato» e perché rischia di incepparsi- Corriere.it

di

Il 13 ottobre l’insediamento delle Camere: la prima volta con 345 eletti in meno. A Montecitorio il regolamento non stato adeguato alla riforma e si teme per il funzionamento macchina

Il 13 ottobre si insedieranno Camera e Senato. Sar un primo giorno di scuola segnato da una novit assoluta: a occupare gli scranni dei due emicicli ci saranno 345 deputati e senatori in meno, conseguenza della riforma costituzionale targata M5S che ha tagliato il numero degli eletti: da 630 a 400 a Montecitorio, da 315 a 200 a Palazzo Madama.

Un vuoto che sar reso plasticamente anche dalla disposizione in Aula: le ali agli estremi saranno ridotte, ma non eliminate del tutto, per garantire la capienza in occasione delle sedute comuni. Dirigere i lavori della prima seduta dei due rami del Parlamento spetter alla senatrice a vita Liliana Segre e al vicepresidente uscente di Montecitorio, il renziano Ettore Rosato. A stabilire a chi spetta il compito di presiedere i lavori della prima seduta di Camera e Senato sono i regolamenti. A Montecitorio il compito assegnato al pi anziano per elezione tra i vicepresidenti della legislatura precedente, quindi Rosato di Italia viva.

Negli ultimi giorni, i tecnici del Parlamento hanno lavorato senza sosta per adeguare le due Aule alle…