Come la BCE e la Commissione ci metteranno in catene, se non reagiamo: ascoltate ICEBERG, il programma

Iceberg è uno dei pochi veri talk show informativi in questione. Invece che una sorta di arena dove si chiamano persone aggressive e impreparate a lottare per idee che non hanno come gladiatori, con il conduttore che si comporta come l’Imperatore, volgendo il pollice su o giù, qui abbiamo poche persone, fortemente preparate, che parlano in modo comprensibile di problemi profondi e con un conduttore che agevola, non blocca, la discussione.

Questa puntata è essenziale se volete capire i rischi enormi che corre il nostro futuro. Luciano Barra Caracciolo, Antonio Maria Rinaldi, Cesare Pozzi e Gianni Alemanno affrontano il problema maggiore che si troverà di fronte il prossimo governo: il TPI, Transitional Protection Instrument , lo strumento anti frazionamento messo a punto della BCE e che dovrebbe mantenere tranquilli i tassi di interesse sui titoli italiani e lo spread, è in realtà uno strumento fortemente politicizzabile e rende ogni nostra attività di governo futura condizionata dal giudizio di BCE, Commissione e perfino MES. Praticamente o si obbedisce ciecamente a Commissione, BCE e perfino MES, oppure ci affondano. Tra l’altro proprio perché condizionale è inutile nella protezione…