come il virus ha bucato il Corridoio sicuro- Corriere.it

di Paolo Foschi

Sono almeno una quarantina i turisti italiani bloccati negli atolli per focolai di Covid. E da Marsa Alam una famiglia denuncia: qui il protocollo approvato al ministero una finzione

Sono almeno tre i focolai Covid-19 alle Maldive che hanno coinvolto complessivamente alcune decine di italiani in vacanza negli splendidi atolli nell’Oceano Indiano
. Le loro condizioni di salute sono buone, ma c’ l’incognita sui tempi per il rientro in Italia: la normativa locale impone la quarantena di 14 giorni per i positivi e i loro contatti stretti e poi un nuovo tampone e chi non risulta negativo deve prolungare l’siolamento per altre due settimane prima di sottoporsi a un nuovo test.

Oltre al gruppo bloccato nell’isola di Alimath (12 positivi e 23 contatti stretti), risulta in quarantena in un Covid Hotel nella capitale a Mal una coppia fiorentina che ha raccontato al quotidiano Leggo la propria disavventura: siamo confinati in una stanza piccolissima, fatta soltanto di un letto e un bagno di un metro per un metro e sporca. La cosa assurda che non possiamo neanche uscire perch non ci sono solo persone positive, ma anche negativi, cio turisti, per cui ci impossibile anche prendere una boccata d’aria. Infine, secondo quanto riferito dalle autorit locali,