“Codice nero, dovremo scegliere chi curare”, conseguenze drammatiche – Libero Quotidiano

“Non riusciamo a curare tutti”. Gli ospedali pieni a Napoli e a Palermo riportano la mente al momento più buio della pandemia, i primi mesi del 2020, quando non era possibile prestare soccorso a tutti i pazienti. Nelle ultime ore ambulanze e auto si sono ammassate per diverso tempo all’esterno dei pronto soccorso dell’ospedale Cotugno di Napoli e del Civico di Palermo. La maggior parte delle persone in attesa – come riporta TgCom24 – ha un tampone positivo o presenta problemi di desaturazione. E i medici lanciano l’allarme: “Non ce la facciamo”.

 

 

 

“Sale operatorie decimate, l’attività è quasi ferma. Siamo tornati al 2020 – ha fatto sapere Marco Scatizzi, presidente dell’Associazione chirurghi ospedalieri italiani -. E’ allucinante scaricare il peso di questa nuova ondata sul Sistema Sanitario facendo crescere la pressione sugli ospedali. Vogliamo salvare vite umane, vogliamo stare dalla parte dei nostri pazienti, vogliamo che tutto il Servizio sanitario nazionale funzioni in ogni parte d’Italia. Non vogliamo essere complici di chi, per negligenza o inadempienza, mette a rischio la vita dei pazienti e dei chirurghi stessi”.

 

 

 

Nel…