Claudio Cecchetto “Così scopro talenti”/ “Jovanotti, Fiorello? Impossibile annoiarsi”

Claudio Cecchetto era presente ieri negli studi de La Vita in Diretta nel consueto salotto finale. Alberto Matano ha incalzato il più grande talent scount italiano, chiedendogli come si riesca a riconoscere un talento, lui che ha scoperto, fra gli altri, Jovanotti, Fiorello e gli 883: “Come si riconosce il talento? Ma non so – risponde Claudio Cecchetto – io mi baso sulla noia, quando vedo qualcuno che non mi annoia, comincio a saperne di più, lo trovo divertente… quando incontri personaggi come Fiorello e Lorenzo (Cherubini ndr) è difficile annoiarsi, a me la noia mi ha portato bene”.

In studio si parla quindi della moda di oggi dei giovani, e del ritorno dei colori anni ’80: “Ritornano i colori degli anni ’80? I giovani – dice l’autore di Gioca Jouer – non hanno vissuto questo periodo ed ora quindi vogliono viverlo, solo che ai nostri tempi ci vestivamo da donna solo a carnevale”.

CLAUDIO CECCHETTO: “I MANESKIN SONO FORTI, DOMENICA A TRIESTE…”

“I Maneskin sono forti – ha poi aggiunto – Damiano è un ottimo rappresentante,…