Cina, “golpe contro Xi Jinping in corso”? Cosa può esserci dietro davvero – Libero Quotidiano

Marco Respinti

La notizia è clamorosa. Xi Jinping, l’uomo solo al governo della Cina neo-post-nazional-comunista, è stato abbattuto da un golpe militare ordito, secondo alcune voci, dall’ex presidente Hu Jintao e dall’ex primo ministro Wen Jiabao dall’Ufficio centrale di sicurezza del Partito Comunista Cinese (PCC), proprio quello che avrebbe dovuto garantire l’incolumità di Xi. Il silenzio totale degli alti vertici cinesi ne sarebbe la conferma importante. E però la notizia non è questa. La notizia vera è che questa notizia, falsa, circoli insistentemente da quando il sito cinese d’informazione New Highland Vision l’ha lanciata il 22 settembre via Twitter. Non solo perché le smentite sono notizie date due volte, ma perché, nel mondo della post-verità in cui non contano più i fatti separati dalle opinioni, bensì le opinioni senza nemmeno l’ombra di un fatterello, una non-notizia ripetutamente smentita agisce come una falsa verità più volte acclarata. Si chiama strategia, e le scatole cinesi, vuote di tutto il resto, ne traboccano.

DOPO SAMARCANDA
Tutto nasce dal fatto che Xi mancherebbe dalla scena da dopo il vertice, svoltosi il 15 e il 16 settembre a Samarcanda, in…