Cina, gli studenti strisciano di notte per vincere lo stress da lockdown- Corriere.it

di Guido Santevecchi

Sociologi e politologi si stanno interrogando in Cina su una nuova moda che si diffonde nei campus universitari

Una performance artistica? O un segnale di frustrazione dopo tre anni di pandemia che hanno schiacciato gli spazi di libert giovanile? Sociologi e politologi si stanno interrogando in Cina su una nuova moda strisciante (letteralmente) che si diffonde nei campus universitari: da alcune settimane gli studenti si riuniscono di notte, si mettono in cerchio, si chinano a quattro zampe e avanzano strisciando. Un movimento a circolo chiuso, senza sbocchi. Le scene rimbalzano nei videoclip postati sui social media mandarini.

La politica Zero Covid continua a imporre lockdown e restrizioni a milioni di cinesi. bastato un solo contagio accertato ieri alla Peking University per chiudere a chiave i cancelli della gloriosa istituzione e confinare all’interno studenti e professori. Va avanti cos dal gennaio 2020 e un’intera generazione di studenti si sente derubata degli anni pi felici e creativi prima di cominciare a lavorare.

In questi lunghi mesi sono sorti movimenti tra la goliardia e la protesta sociale. Prima il Tangping, che significa stare sdraiati e nel 2021 diventato sinonimo di rifiuto della rincorsa del successo, del denaro, del…