chi sono i suoi alleati e i suoi avversari- Corriere.it

di Maria Teresa Meli

Per la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna si potrebbero schierare Franceschini e Zingaretti


Stefano Bonaccini
lancia un sasso nelle acque sonnacchiose del Pd. Cos chi pensava di poter ancora indulgere per molto tempo nella tattica del dico e non dico, mi candido non mi candido, deve rivedere i suoi piani e fare una scelta. Elly Schlein
ha assicurato a pi di un parlamentare amico che lei ci sar, Dario Nardella scioglier la riserva il 27 novembre in una grande assemblea di amministratori locali da lui organizzata a Roma. Paola De Micheli scesa in pista da tempo. Matteo Ricci, meditava di candidarsi, ma ora potrebbe appoggiare Bonaccini.

Il Pd nazionale si sveglia e i suoi massimi dirigenti riflettono su come schierare le truppe. Possibilmente sul vincente (o la vincente), ma mai come questa volta, a meno che Schlein non faccia marcia indietro, si profilano delle primarie aperte dall’esito tutt’altro che scontato. Lorenzo Guerini e la maggior parte della corrente di cui leader, Base riformista, stanno (e non da ora) con il governatore dell’Emilia-Romagna, bene attenti a restare un passo indietro per non intralciare il suo cammino. Anche Matteo Orfini e i suoi non hanno dubbi e puntano le loro carte su Bonaccini. E pure Graziano…