chi sono i sei aspiranti leader. Ma chi tra loro ha i voti?- Corriere.it

di Claudio Bozza

Di Maio, Calenda, Renzi, Toti, Carfagna e Brugnaro: i nomi in campo per aggregare consensi e non rischiare di sparire alle elezioni. Tra incompatibilit politiche e caratteriali, chi diventer il capo dei moderati?

Luigi Di Maio, Carlo Calenda, Matteo Renzi, Giovanni Toti, Mara Carfagna, Luigi Brugnaro. Sono almeno sei gli aspiranti leader di questo nuovo (grande?) centro. I lavori sono partiti, ma ancora non c’ il nome del capo cantiere. E riuscire a individuarlo sar un vero rompicapo. Perch sul tavolo ci sono profonde incompatibilit (politiche ma soprattutto caratteriali), quella tra Renzi e Calenda su tutti, compreso Di Maio inviso a entrambi
. L’operazione grande centro ha per discrete possibilit di successo, perch tutti i potenziali leader hanno un granitico obiettivo comune: non sparire alle prossime elezioni politiche.

A primavera, o (difficilmente) prima, rientrare in parlamento diventer una sfida ancora pi complicata per i piccoli partiti, poich ci saranno 345 posti in meno e ormai poche probabilit che si torni al proporzionale. Dopo ogni scissione, con un’eco pi o meno grande a seconda del contesto politico, arriva immancabilmente la prova del nove delle urne. E in tanti, pur dopo una grande ribalta per il salvataggio del governo di turno…