C’è un pezzo di Lega che chiede a Salvini di difendere le istanze del nord

“I militanti prendono freddo d’inverno e caldo d’estate ma da troppo tempo sono stati esclusi dalle vere decisioni. I congressi servono a rinnovare la promessa d’amore tra militante e partito”. parla l’europarlamentare Angelo Ciocca, braccio operativo del Comitato Nord, la corrente fondata da Umberto Bossi

Questi sono i pericolosissimi leghisti che teme Matteo Salvini. Attraverso una serie di contatti dentro la dissidenza leghista abbiamo avuto il numero di telefono di un “eroe”. La telefonata potrebbe essere ascoltata da Claudio Borghi e Alberto Bagnai, noti agenti di Iosif Salvini. Si chiama Angelo Ciocca ed è un europarlamentare della Lega. Insieme a Paolo Grimoldi, è il braccio operativo del Comitato Nord, la corrente fondata da Umberto Bossi. Compagno Ciocca, è sicuro di poter conversare con noi? “E perché non dovrei?”. La Ddr Lega potrebbe sanzionarla. “I leghisti hanno carattere. Volentieri converso con voi”. Ragioniamo di politica, lei, Grimoldi, Bossi, state preparando un colpo di stato nella Lega? Ci può dare i dettagli? “Ma quale colpo! Abbiamo fondato questa corrente contro il piattume”. Il piattume sovietico di Iosif Salvini? “Ma lo sa che Salvini è l’ultimo eletto nella Lega?”. Ha falsato le…