Caso plusvalenze, dopo la Juve il caso si allarga ▷ “Mancano i libri neri dei dirigenti delle altre squadre”

Il 22 febbraio è previsto il nuovo processo sportivo sulle plusvalenze derivante dall’inchiesta Prisma. Il procuratore Chiné, si apprende, ha chiesto informazioni sulle operazioni portate avanti tra Juventus (già sanzionata con 15 punti di penalizzazione) e Atalanta, Sassuolo, Monza ed Empoli. Libero, in un suo articolo, ha ipotizzato che gli approfondimenti processuali riguarderanno anche Milan, Napoli e Roma, altre squadre con cui i bianconeri hanno operato nel mercato incriminato. Si potrebbero verificare sviluppi ulteriori, dunque, a prescindere dagli ulteriori risvolti che potrebbe avere il filone di indagine relativo alla questione stipendi. Sviluppi che, si ipotizza, potrebbero interessare molte altre squadre con sanzioni sportive e pecuniarie.

Non si riesce ancora ad avere un quadro preciso e chiaro della vicenda“, commenta Furio Focolari. “Dobbiamo aspettare le motivazioni della sentenza. Alcuni tifosi hanno iniziato a disdire gli abbonamenti TV, ma mi pare ci sia una spaccatura: i gruppi organizzati hanno parlato di “dirigenza lurida” protestando fortemente all’indirizzo della società. Finché non avremo certezze non è il caso di prendere posizioni nette. La giustizia può anche sbagliare, ma ha le sue procedure e avanza secondo la legge….