Case e strade distrutte La tempesta fa dieci morti- Corriere.it

di Fabrizio Roncone

Marche, caduta in poche ore un terzo della pioggia di un anno. Tre dispersi. Il sindaco di Cantiano: il centro storico non c’ pi

Dovete pensare questo della tempesta di gioved notte: che fuori buio e comincia a piovere, che una pioggia subito battente, rumorosa, ha qualcosa di innaturale per come picchia sopra i tetti e contro i vetri delle finestre, e poi sporca, limacciosa.

Cielo basso e cattivo

Quattrocento litri d’acqua per metro quadrato che un cielo basso e cattivo sta sganciando su Pianello di Ostra, Cantiano, Senigallia, sulle pianure e sulle colline dell’alto pesarese, addossate al confine con l’Umbria. Chiudi le persiane, tira gi le serrande. Chiama nonno che sta ancora in garage. In certi momenti non sai, non capisci, non immagini. Ma quando guardano gi: il fiume Misa ha rotto gli argini, i vicoli e le strade dei paesi e delle frazioni sono gi ruscelli impetuosi di fango, le piazze diventano laghi nerastri. La melma trascina via tutto, ponti e pali della luce, automobili e alberi. E poi bussa ai portoni, e i portoni scricchiolano, esplodono. Cronaca secca: i morti accertati sono 10, 3 i dispersi, oltre 100 i feriti, imprecisato il numero degli sfollati. Adesso il sole alto, bivio di Casine, strada statale 360. Pattuglia dei…