– Caro prezzi, un italiano su due risparmia sul cibo e sull’uso di forno e fornelli

Il 52% degli italiani riducono la spesa alimentare

Il cibo — prima ricchezza dell’Italia con una filiera aggregata del valore di 580 miliardi di euro l’anno — diventa una voce critica del bilancio famigliare. Al punto che a causa del caro prezzi più di un italiano su due (52%) ha tagliato i beni alimentari a tavola in quantità o in qualità, con un effetto dirompente che grava soprattutto sulle famiglie a basso reddito. È quanto emerge dal primo rapporto Coldiretti/Censis «Gli italiani e il cibo nelle crisi e oltre» presentato in occasione dell’apertura del XX Forum Internazionale dell’agricoltura e dell’alimentazione a Villa Miani a Roma, con la presenza del presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, del direttore generale Censis Massimiliano Valerii e del ministro dell’Agricoltura e della sovranità alimentare Francesco Lollobrigida.