Campania, famiglie in crisi: 50 milioni di spesa in meno

Mezzogiorno, 4 agosto 2022 – 07:58

I dati di Confesercenti sull’inflazione. Molti esercizi in difficolt hanno rinunciato alle vacanze

di Marco Santoro

L’inflazione taglia la spesa delle famiglie e ci si riflette immancabilmente sugli introiti delle imprese e delle attivit commerciali, specie in questo periodo estivo, con una prospettiva ancora pi negativa per l’ultimo trimestre (ottobre-novembre-dicembre). Secondo l’analisi del centro studi di Confesercenti Napoli e Campania saranno circa 50 i milioni di euro in meno, rispetto a 12 mesi fa, di indotto assicurato dai consumi delle famiglie della Campania. Pesa fortemente – l’analisi di Confesercenti – anche sui consumatori campani, l’aumento generale dei prezzi, specie quello dei costi fissi: spese per luce, gas e carburanti limitano la spesa per il commercio, bar e ristoranti.


Aperti ad agosto

Il problema relativo all’inflazione limita, dunque, le famiglie anche per le ferie estive: sono non a caso in aumento, rispetto al 2021, gli esercizi commerciali che rimarranno aperti nella citt. Circa il 49% (48,55%) degli esercizi commerciali di Napoli sar sempre aperto, anche a Ferragosto, senza concedersi pause. Il 21,41% avr una settimana di chiusura, a partire da domenica 14 agosto,…