Calenda ha rotto l’alleanza con il Pd: “Scelta sofferta, ma non si può fare un patto ‘contro'”

Il segretario di Azione, ospite di Lucia Annunziata, dice di avere comunicato ai dem che uscirà dall’accordo elettorale, alla luce delle intese sottoscritte ieri con Sinistra italiana, Europa verde e Impegno civico. La risposta di Letta: “L’unico alleato possibile per Calenda è Calenda”

Il segretario di Azione, Carlo Calenda, ospite di Lucia Annunziata su Rai3 dice di avere comunicato a Dario Franceschini che uscirà dall’accordo elettorale siglato pochi giorni fa con il Partito democratico, alla luce delle intese sottoscritte ieri dal Pd con Sinistra italiana, Europa verde e Impegno civico. “L’incontro tra me e Letta si fondava sul rifiuto dei Cinque stelle che avevano votato la sfiducia a Draghi e proponevano ricette irrealizzabili. Ora mi trovo a fianco persone che hanno votato 55 volte la sfiducia a Draghi, più dei Cinque stelle, e che hanno inquinato il dibattito italiano per quattro anni“, spiega Calenda. “Non mi sento a mio agio con questo. Non c’è dentro coraggio, bellezza, serietà e onore a fare politica così. Pertanto ho comunicato ai vertici del Pd che non intendo andare avanti con questa alleanza“.

   

Calenda lascia, dunque. E però cambia i toni: abbandona quelli esplosivi e spiega, ragiona. “Non ho mai voluto la…