Brexit, ecco perché è iniziata la (silenziosa) retromarcia di Londra

“La settimana in cui è morta la Brexit”, scrive il grande giornalista e commentatore inglese Andrew Neil. Nel frattempo, alcuni euroscettici a Londra sono imbufaliti, inquieti. Già, perché sulla Brexit è iniziata la silenziosa, clamorosa retromarcia del Regno Unito. Ufficialmente, non leggerete niente in questi termini dal governo britannico, anche perché il nuovo primo ministro Rishi Sunak è un brexiter della prima ora e deve tenersi buona la sostanziosa frangia di euroscettici nel suo partito conservatore.