Bradley Cooper aggredito con un coltello a New York: “Spaventoso”

News

Il racconto dell’attore, che a distanza di tempo torna a quel giorno in cui è stato minacciato mentre andava verso la scuola della figlia

Bradley Cooper ha raccontato di essere stato minacciato con un coltello a New York. L’attore ha confessato l’accaduto durante un’intervista a Dax Shepard per il podcast Armchair, ma non è accaduto di recente. Pare infatti che l’accaduto risalga a prima del Covid-19, insomma ha aspettato un po’ prima di rivelarlo. L’attore ha rischiato la vita, di fatti, nella Grande Mela e in pieno giorno, tra l’altro. Stava andando a prendere sua figlia a scuola, era all’incirca mezzogiorno.

Un fatto che lo ha costretto ad aprire gli occhi su come viveva la città, forse un po’ troppo serenamente e senza preoccupazioni. Lo stesso Bradley Cooper sull’aggressione col coltello ha ammesso:

“Mi ero abituato a camminare per New York con gli auricolari nelle orecchie. È successo prima della pandemia. Ero nella metropolitana alle ore 11,45 per prendere Lea in una scuola russa e mi sono ritrovato con un coltello puntato contro. È stato spaventoso. Lì ho capito che avevo cominciato a sentirmi troppo al sicuro per la città. Avevo abbassato troppo la guardia”

Aveva abbassato la guardia…