Boom di malanni da caldo e sbalzi termici, “ecco come prevenirli”

In questi giorni di caldo record, aria condizionata sempre accesa e continui sbalzi di temperatura, aumentano vari dolori muscolari e, in particolare, il torcicollo. “I cosiddetti acciacchi prodotti dalle violenti escursioni termiche non sono solo legati al passaggio dal caldo al fresco, ma anche al fenomeno dell’evaporazione del sudore che è un meccanismo rinfrescante fisiologico”, spiega Piero Barbanti, responsabile dell’Unità per la cura e la ricerca sulle cefalee e il dolore dell’Irccs San Raffaele di Roma, chiarendo i vari fattori alla base di questi malanni di stagione.

E’ sufficiente entrare accaldati in una camera col ventilatore acceso, perché “il raffreddamento repentino del muscolo ne provoca la contrazione, a volte prolungata. Per tutelarsi è bene coprire la parte affetta con tessuti molto leggeri come la seta, in grado di garantire al contempo una sensazione di freschezza e di traspirabilità, che vogliono dire scambio termico verso l’esterno”, continua l’esperto.

“In caso di contratture indotte da sbalzi termici, poi, possono essere indicati massaggi locali, shiatzu, oppure l’uso di sostanze canforate o balsamiche – suggerisce Barbanti – il cui effetto è un modesto incremento termico locale e quindi un migliorato afflusso di…