Bocia (leader ultras Atalanta), ‘noi volontari ospedale, fatto ciò di cui c’era bisogno’


CRONACA



Bocia (ultrà Atalanta), 'aiuti per ospedale? Abbiamo fatto quello di cui c'era bisogno'


di Silvia Mancinelli


“Non serve pubblicità. Abbiamo fatto quello per cui tutti i cittadini vengono chiamati in causa, che siano tifosi, che siano della bocciofila o artigiani comuni: abbiamo fatto quello che era giusto fare, perché ce n’era bisogno”. Claudio “Bocia” Galimberti, leader degli ultras bergamaschi dell’Atalanta, si schernisce con l’Adnkronos quando commenta il gran lavoro del “suo gruppo” per l’ospedale Covid alla Fiera. Il suo gruppo fa parte di quell’esercito di volontari che ha dato braccia e cuore per realizzare in fretta e furia la struttura dell’emergenza. “Gli alpini hanno chiamato persone, conoscenti per sapere chi fosse disponibile e hanno trovato anche gli ultras. Non una cosa nuova per noi, anche durante l’alluvione del 2000 nella Vall’Imagna eravamo presenti, a livello economico con collette durante le partite allo stadio quando si accumulano 20mila persone, facciamo il possibile per dare una mano non solo alle nostre terre ma anche quando c’è stato il terremoto dell’Aquila e nel centro Italia”.



Lui, che in questi giorni piange uno zio che non può salutare, è stato tra…