Blocco informatico per 12 ore, paralisi nei cieli degli Stati Uniti- Corriere.it

di Leonard Berberi

Cancellati oltre 1.200 voli, in ritardo altri 8mila, almeno 150mila passeggeri hanno rinunciato al viaggio. Escluso al momento un cyber attacco.

A un certo punto, marted sera, i voli notturni li hanno fatti decollare trasmettendo i bollettini via telefono, cosa che non accadeva da anni. Nella speranza, vana, che il sistema si sarebbe intanto ripreso. Cos non stato. E ieri mattina, con un impatto quasi identico a quello dell’11 settembre 2001,
le autorit americane hanno fermato
tutti i voli nazionali in partenza

.

La decisione della Federal aviation administration — l’agenzia del Dipartimento dei Trasporti statunitense che regola il trasporto aereo — stata presa alle 6.20 di mattina, ora di Washington (le 12.20 in Italia) dopo il blocco informatico durato quasi dodici ore al sistema di trasmissione digitale dei Notice to air missions (Notams): sono i bollettini con tutte le informazioni fondamentali per i piloti come la situazione negli aeroporti (dalla condizione delle piste fino alle ondate di maltempo) e negli spazi aerei. Alle 8.15 la Faa ha dato l’ok al decollo dei primi aerei a New York e Atlanta, ripristinando poi gradualmente tutta la connettivit dalle 8.50. Qualche ore dopo stato il sistema canadese ad avere difficolt di…