«Blocco 181», il rapper Salmo diventa attore e fa il trafficante di droga- Corriere.it

di Chiara Maffioletti

Una storia d’amore con sfondo crime: «Recitare è come una lunga seduta dallo psicologo»

Non si parleranno più da un balcone ma dentro capannoni diroccati della periferia di Milano; non dovranno più tenere a bada le ubbie di Montecchi e Capuleti ma stare attenti a quelle di spietati spacciatori e, soprattutto, nel 2022 Romeo e Giulietta non saranno più in due, ma in tre. E non perché finalmente, dopo oltre quattro secoli, l’eroina shakespeariana sia rimasta incinta. Piuttosto perché l’amore evolve e per raccontare quello che lega dei ventenni di oggi non è più una bizzarria pensare che la coppia sia in realtà un trio.

Laura Osma, Alessandro Piavani e Andrea Dodero sono i tre protagonisti di
Blocco 181

, la nuova serie in onda prossimamente su Sky e Now. Nel cast, anche un attore al suo debutto ma non esattamente sconosciuto: Salmo. Il rapper recita nei panni di un trafficante di droga. «Avrei dovuto fare un altro ruolo, un insegnante di boxe, una figura buona». Ha preferito la cattiva? «Ovviamente — ride — se mi metti a scegliere… Scherzi a parte, ho capito che la recitazione può salvare la vita. Ho voluto un personaggio che fosse il più possibile lontano da me ma anche perché non beve, non si droga… da questo lato…