Big tech, da Microsoft a Google arrivano le trimestrali: giustificano i licenziamenti?- Corriere.it

Dopo i conti delle grandi banche di Wall Street, risultati nel complesso pi in scuro che in chiaro, arrivano da questa settimana le trimestrali dei colossi dell’hitech, a partire da Microsoft, mentre c’ attenzione anche sui risultati di Visa e Mastercard, i due big globali delle carte di credito, oltre che di American Express, alla luce dell’allarme lanciato da Discovery Financial Services, secondo cui sta aumentando in prospettiva il rischio di insolvenza degli utilizzatori di credit card, i cui costi negli Usa sono in forte crescita. In una recessione data per imminente negli Stati Uniti, ma che i dati di crescita mostrano ancora lontana, l’anello debole dell’economia americana rappresentato dai consumi, che rappresentano buona parte del Pil e che appaiono minati da un’inflazione che ha forse solo iniziato la fase di rientro. Ed hanno colpito, in un mercato del lavoro tornato da piena occupazione dopo lo choc del Covid, anche i massicci tagli annunciati dai colossi tecnologici.

Le riduzioni di organico: Facebook, Microsoft, Google

Satya Nadella, amministratore delegato di Microsoft

Ha iniziato, solo per restare alle principali operazioni a cinque cifre, gi a novembre, Meta-Facebook con una riduzione di 11 mla dipendenti, il 13 per cento dell’organico,…