“Big Sky” non è quello che vi aspettate (per fortuna)

Big Sky, una storia che arriva da lontano

Per introdurre questa storia, lasciatemi dire che incorpora tutto. È oltre il fuoco, anche se pochi saprebbero cosa significa. È una storia di molti, ma comincia con una persona. E la conoscevo. Quella che è alla guida di molti è Laura Palmer”. Esattamente trent’un anni fa oggi, l’8 aprile 1990, sulla rete ABC debuttava la serie che avrebbe riscritto la storia della televisione.

Entra ora nel mondo Disney+

Le parole della mitologica Signora-Ceppo risuonano ancora nelle orecchie degli appassionati di David Lynch. Nell’arco di due stagioni, Twin Peaks ha reinventato un genere: il suburban gothic, racconto televisivo che squarcia quello che Schopenhauer chiamava il velo di Maya per scoprire cosa si celi dietro la facciata intonsa del sogno americano, contraddistinto da piccole comunità di villette a schiera e staccionate bianche.

Chi ha ucciso Laura Palmer?” è stato il tormentone di inizio anni Novanta. Com’era possibile che qualcuno volesse così male all’adorabile reginetta del ballo interpretata da Sherilyn Fenn? I segreti della cittadina di Twin Peaks erano tanti, come scoprì il detective Dale Cooper (Kyle McLachlan), e non sono bastati un film-tv e una terza stagione revivial per spiegarli tutti.

A…