Berlusconi: “Se passa il presidenzialismo via Mattarella”. Letta: “Destra pericolosa”

Secondo il Cav. un’eventuale riforma costituzionale porterebbe alla caduta del capo dello stato. Polemiche dagli avversari. Calenda: “Non è più in sé, non va eletto”. Di Maio: “Inquietante”

Se entrasse in vigore il presidenzialismo, Mattarella dovrebbe dimettersi. Poi magari potrebbe essere eletto di nuovo“. A cannonnegiare l’inquilino del Quirinale, nel pieno della campagna elettorale, è Silvio Berlusconi. Che è intervenuto in questi termini questa mattina a Radio Capital. “Il presidenzialismo esalta la democrazia, in Francia e Stati Uniti non è possibile quello che è successo in Italia, che dopo il mio governo non c’è stato alcun governo eletto dal popolo”, ha argomentato il presidente di Forza Italia. Che si appresta a correre al Senato, da dove è stato estromesso nel 2013 dopo la condanna per evasione fiscale. Anche se, come ha spiegato lui stesso, “non cerco nessuna vendetta o rivincita”.

Berlusconi è stato tra i primi a lanciarsi in questa campagna elettorale. E dopo aver parlato di pensioni minime a 1000 euro, di un milione di alberi da piantare, adesso ritorna sul grande cavallo di battaglia del presidenzialismo, per cui c’era già stata una proposta del centrodestra in questa legislatura. Fatto sta che l’uscita del Cav. ha…