Belen testimonial di un brand low cost: l’ira dei follower

Tutto ciò che fa, dice o indossa Belen Rodriguez ormai ha una risonanza mediatica, in Italia, pari ai reali inglesi, nel Regno Unito. Più di lei forse solo Chiara Ferragni, che però ha costruito proprio sul consenso social tutta una carriera.

Belen invece vorrebbe essere lasciata in pace, lei, il suo compagno, i suoi figli, ma non è possibile. Figurarsi se sceglie di fare da testimonial a un noto brand low cost: apriti cielo!

Non solo e non tanto perché “cheap”, quanto perché appena finito nel mirino della cronaca per lo sfruttamento dei lavoratori e l’inquinamento ambientale, a causa della scarsa qualità delle materie prime.

Belen, ancora ignara del polverone che avrebbe creato, ha postato sul suo profilo social le immagini della campagna e i follower si sono immediatamente scatenati.

Alcuni dei commenti:

Ma davvero Shein? La sua scarsa qualità produttiva ha un’influenza diretta sull’inquinamento ambientale: vengono impiegate microplastiche e sostanze chimiche che non sono esattamente eco-friendly, sprigionando CO2 come se non ci fosse un domani! Certe sponsorizzazioni non andrebbero fatte…

Non ci posso credere che sponsorizzi un marchio come shein do c’è sfruttamento al massimo livello delle persone e inquinamento a nn finire!!!

Scusami…