«Basta scandalizzarsi per un paio di capezzoli»- Corriere.it

di Redazione Spettacoli

La band romana intervistata dal prestigioso quotidiano britannico. Secondo il quale il gruppo «rappresenta una versione molto moderna del mito del rock’n’roll»

Per il prestigioso «The Guardian», quotidiano britannico che ha dedicato loro la copertina dell’inserto culturale del sabato, i Måneskin «rappresentano una versione molto moderna del mito del rock’n’roll». Nel loro attesissimo terzo album, «Rush!», il primo da quando sono diventati uno dei pochi nuovi gruppi rock a sfondare a livello globale, la band si trova spesso alle prese non solo con la rapidità della loro ascesa (da qui il titolo), ma anche con un relazione complicata con il significato di rock’n’roll nel 2023. «L’intero concetto di musica rock non è conforme a ciò che la società vorrebbe che tu fossi — racconta la bassista Victoria De Angelis —. È ignorare quelle regole inventate ed essere te stesso. Non pensiamo che la vera musica rock riguardi gli stereotipi di sesso, droga e stile di vita rock’n’roll. Riguarda semmai l’espressione e la libertà creativa».

La band romana, ricorda il «The Guardian», ha conquistato la notorietà grazie a «X Factor», di fronte a cui «alcuni puristi della musica» hanno storto il naso nonostante il…