«Basta evitare le urne»- Corriere.it

di Fabrizio Roncone

L’ex premier non un grande elettore. Un esponente pd: Conte non controlla i gruppi a 5 Stelle che rispondono a Di Maio. Lo spauracchio delle elezioni anticipate

Giuseppe Conte non pu venire qui a Montecitorio. l’avvocato del popolo, il capo dei 5 Stelle, non un grande elettore. Per manda il suo portavoce, Rocco Casalino (il vestito stretto e nero, lo sguardo nerastro: niente a che vedere con il Rocco baldanzoso dei tempi andati; ricordate quando a Palazzo Chigi le telecamere inquadravano prima lui del premier con la pochette?). In questa bolgia dove si aspetta, chiacchiera, s’ipotizzano imminenti fumate bianche — intanto stanno finendo di votare i deputati, Matteo Renzi fuori che parla in diretta su La7 con Paolo Celata, gira voce che Draghi abbia telefonato a Berlusconi — Casalino arriva e fa il vago: passetto passetto, si avvicina.

Attacca con il solito come va, come non va, troppo divertente questa cosa che votano per Claudio Baglioni e Amadeus, la tua Ffp2 o Ffp3? Poi, soffiando — Parlo solo con voi, eh — cerca di convincerci che Conte l’unico e vero comandante del Movimento, controlla alla perfezione i gruppi parlamentari, non c’ alcuna deriva verso il centrodestra e, soprattutto, tutto perfettamente sotto controllo.