Azerbaigian compra il gas russo, che probabilmente ci venderà maggiorato

 

L’Azerbaigian ha iniziato a importare gas dalla Russia in base a un accordo che dovrebbe consentire a Baku di soddisfare la propria domanda interna, ma che solleva seri interrogativi sul suo recente accordo per aumentare le esportazioni verso l’Europa.

Il produttore ed esportatore statale russo di gas, Gazprom, il 18 novembre ha annunciato di aver iniziato a fornire gas alla società statale azera SOCAR il 15 novembre e che fornirà un totale di un miliardo di metri cubi fino a marzo 2023. L’accordo resta comunque riservato, segno che la finalità non è solo interna azera.

In una dichiarazione rilasciata all’agenzia di stampa azera APA, SOCAR ha affermato di collaborare da tempo con Gazprom e che le due società “stanno cercando di ottimizzare le loro infrastrutture organizzando lo scambio reciproco di flussi di gas”.

L’accordo è stato siglato proprio in vista del periodo di picco della domanda invernale, in quanto l’Azerbaigian cercherà di mantenere le forniture ai propri clienti nazionali di gas, rispettando allo stesso tempo gli impegni di esportazione verso la Georgia e la Turchia, nonché il recente ampliamento degli scambi commerciali con l’Europa.

Le esportazioni verso l’Europa attraverso il Corridoio meridionale del gas…