“Avevo attacchi di panico”/ “Lavavo bicchieri per Jannacci…”

Costantino Vitagliano, ex tronista, ha raccontato i suoi esordi sulle colonne del “Corriere della Sera”. Lo storico volto del programma “Uomini e Donne”, da bambino, viveva nei palazzoni di via Calvairate a Milano, dove “ti dovevi arrangiare ogni giorno. Di quelli che giocavano a pallone con me, qualcuno sta in galera. Io vengo dal nulla. Non ho mai fatto vacanze fino ai 16 anni. Oggi ho la casa a Milano Marittima, ho cose che da piccolo le vedevo sui giornali e in tv. Coi primi soldi, ho fatto andare papà in pensione”.

Durante l’adolescenza, quando aveva 16 anni, Costantino Vitagliano iniziò a lavorare presso il bar di suo zio, poi Enzo Jannacci e Paolo Rossi lo presero per lavare i bicchieri al “Bolgia Umana”. La bellezza, però, ha consentito a Costantino di scalare rapidamente le gerarchie: ben presto si è ritrovato a fare il ragazzo immagine in sala, per poi dedicarsi alla cura del suo fisico in palestra. A quel punto è diventato cubista e spogliarellista, ma “non ho mai fatto il gigolò o il mantenuto o il p*rnoattore, tutte cose che mi hanno chiesto. Dopo, ho fatto il valletto da Paolo Limiti, ho fatto Casa Vianello. Sfilavo, posavo,…