«Assoluzioni inappellabili». Il leader di FI riapre il fronte. Reddito, l’affondo di Meloni- Corriere.it

di Virginia Piccolillo

«In Italia migliaia di persone arrestate e processate da innocenti». Gli avvocati applaudono. L’Associazione nazionale magistrati: «Proposta già respinta dalla Consulta»

«Le assoluzioni saranno inappellabili». «Il reddito di cittadinanza è stato un fallimento totale». Entra nel vivo la battaglia per aggiudicarsi gli elettori del 25 settembre. E parte dai videomessaggi. Mentre Giorgia Meloni attacca sulla misura dal «costo esorbitante di 9 miliardi di euro» che ha generato «truffe (favorendo anche criminali e mafiosi)», ma «soprattutto ha fallito come lotta alla povertà e come politica attiva del lavoro visto che pochissimi sono stati alla fine assunti e hanno trovato un lavoro dignitoso», Berlusconi torna sul suo cavallo di battaglia: «Il processo è già una pena che colpisce l’imputato, ma anche la sua famiglia, i suoi amici e il suo lavoro. Non deve trascinarsi all’infinito in appello e controappello», dice il leader FI. «In Italia ogni anno migliaia di persone vengono arrestate e processate pur essendo innocenti. Un cittadino riconosciuto innocente ha il diritto di non essere perseguitato per sempre», rimarca. E promette: «Quando governeremo noi le sentenze di assoluzione di primo e secondo grado non saranno…