Assalto a Capitol Hill, così la condanna di Stewart Rhodes potrebbe cambiare gli altri processi- Corriere.it

di Viviana Mazza

Il capo degli Oath Keepers giudicato colpevole di «cospirazione sediziosa», un reato che risale alla Guerra civile: rischia 20 anni

Dalla nostra inviata
WASHINGTON — Il verdetto, nel complesso, è una vittoria per il dipartimento di Giustizia. Il leader degli Oath Keepers Stewart Rhodes, un ex paracadutista dell’esercito con laurea a Yale riconoscibile anche per benda da pirata, è stato condannato dal tribunale federale di Washington per cospirazione sediziosa per la sua partecipazione all’assalto al Congresso, il 6 gennaio 2021.

Rischia vent’anni di carcere, ricorrerà in appello. Anche Kelly Meggs, che guidava la sezione del gruppo di estrema destra in Florida, è stata condannata con la stessa accusa, risalente alla Guerra civile e per l’ultima volta applicata nel 1995 contro miliziani islamici per un attentato pianificato a New York. Altri tre Oath Keepers sono stati prosciolti per l’accusa più grave, ma tutti e cinque sono stati giudicati colpevoli di ostacolare l’attività del Congresso nella certificazione della vittoria di Joe Biden nelle elezioni del 2020.

Per la giuria, però, Rhodes non è colpevole di aver pianificato in anticipo l’assalto al Congresso, il che suggerisce che i giurati abbiano concluso che la violenza…