Ascesa e caduta di Johnson, il bambino che voleva diventare «il re del mondo» e ha portato Londra fuori dall’Europa- Corriere.it

di Luigi Ippolito, corrispondente da Londra

Da giornalista era molto amato da Thatcher, ma mandava sempre i pezzi in ritardo. Ha perso l’anello di nozze un’ora dopo la cerimonia, ma riuscito ad attuare il pi rapido programma di vaccinazione del Vecchio Continente. A tradirlo il suo carattere

Gi il nome lungo. E la dice lunga: Alexander Boris de Pfeffel Johnson.
Giornalista, istrione, politico, adultero seriale, sindaco di Londra, primo ministro: Boris Johnson stato tutto questo e molto di pi. Quando era bambino, aveva proclamato di voler diventare il re del mondo. Ma Boris era in realt il suo secondo nome: per i suoi familiari lui sempre stato semplicemente Al. Boris Johnson un nome d’arte, un vestito di scena, un personaggio inventato per venire a capo di un’infanzia caotica e fuori dal comune. Al-Boris era nato a New York e nei primi 14 anni di vita aveva gi cambiato casa 32 volte attraverso due continenti.

Il piccolo Alexander, fino all’et di otto anni, era stato quasi sordo. Un tratto che lo aveva isolato dagli altri bambini e che aveva acuito la sua sensibilit e la sua intelligenza. Per sopravvivere, a Eton aveva cominciato a sviluppare la sua personalit eccentrica e vistosa, facendo infuriare i professori per il suo atteggiamento…