Arriva il taglio dell’Irpef, ecco come cambia lo stipendio

Dovrebbe essere l’inizio di una rivoluzione. È la riforma dell’Irpef (l’imposta sul reddito delle persone fisiche) contenuta nella legge di Bilancio 2022, in vigore dal primo gennaio. La principale novità è il passaggio da cinque a quattro aliquote, con la contestuale revisione degli scaglioni di reddito.

Novità anche sul fronte del bonus Renzi e delle detrazioni fiscali sui redditi da lavoro (per dipendenti, autonomi e pensionati), con l’addio per molti ai 100 euro in busta paga. Per questo inizio di riforma – l’obiettivo finale è una Irpef a tre aliquote, per renderla più equa e progressiva – il governo Draghi ha stanziato 8 miliardi di euro: 7 saranno utilizzati per l’Irpef, mentre 1,2 miliardi andranno per il taglio dell’Irap per autonomi e ditte individuali.

Cosa cambia: aliquote e scaglioni. La prima delle quattro aliquote resta fissata al 23% per tutti quei contribuenti con reddito annuo fino a 15 mila euro. Per lo scaglione successivo – fino a…