Arrestato l’ex comandante della Wagner che aveva chiesto asilo in Norvegia- Corriere.it

Andrei Medvedev, disertore del gruppo paramilitare russo, si era detto disposto a collaborare e a rivelare i crimini di guerra degli ex commilitoni: secondo i legali, non ci sono ragioni di credere che possa essere estradato in Russia

Andrei Medvedev, ex comandante del gruppo paramilitare russo Wagner
, che aveva lasciato per fuggire in Norvegia, stato arrestato in base alla legge sull’immigrazione di quel Paese.

Medvedev aveva attraversato illegalmente il confine norvegese una decina di giorni fa, e si era detto pronto a collaborare con gli inquirenti per raccontare i crimini compiuti dagli ex commilitoni.

Le ragioni esatte dell’arresto non sono state specificate, ma il suo avvocato ha detto che dovuto a violazioni delle norme di sicurezza che lo circondano: Ci sono naturalmente molte misure di sicurezza che sono state prese e trova difficile conformarvisi. Non accusato di niente. Il suo legale ha anche affermato che ci sono zero possibilit che il suo assistito venga estradato in Russia.

Medvedev aveva chiesto asilo nel paese scandinavo, ma secondo quanto ha dichiarato stato arrestato mentre si trovava in albergo ed stato portato in un centro di detenzione.

Come raccontato qui, Medvedev il primo soldato noto del gruppo Wagner impiegato in Ucraina ad aver…