«Armiamoci per essere indipendenti»- Corriere.it

di Francesca Basso, inviata a Strasburgo

Il presidente francese Emmanuel Macron parla alla plenaria del Parlamento Ue a Strasburgo per l’inizio della presidenza francese dell’Ue: rendere più esplicito nella Carta dei diritti fondamentali «la protezione dell’ambiente e il riconoscimento del diritto all’aborto»

Attualizzare la Carta dei diritti fondamentali dell’Ue «per rendere più espliciti la protezione dell’ambiente e il riconoscimento del diritto all’aborto». Impegnarsi con la Germania per riconoscere il diritto di iniziativa legislativa al Parlamento europeo, che attualmente non ha. L’annuncio di una proposta europea, che sarà presentata nelle prossime settimane, per un nuovo ordine di stabilità e sicurezza da condividere con la Nato e da sottoporre a un negoziato con la Russia. Il presidente francese Emmanuel Macron parla davanti al Parlamento Ue per l’inizio della presidenza francese di turno del Consiglio dell’Ue.

Il riferimento all’aborto non è casuale. Due giorni fa il Parlamento Ue ha eletto la maltese del Ppe Roberta Metsola al più alto scranno dell’Aula grazie anche al sostegno di Renew Europe e Malta è l’unico Paese in Europa in cui l’aborto è illegale, posizione difesa in passato da Metsola che le è valsa molte…