Apple chiede ai fornitori di Taiwan di utilizzare l’etichetta “Made in China”

NEW YORK – Sostituire l’etichetta “made in Taiwan” con “made in China” per i prodotti destinati al mercato cinese. È la richiesta recentemente avanzata da Apple ai suoi fornitori di quell’isola diventata nuovo epicentro delle tensioni fra Washington e Pechino, dopo la visita della speaker della Camera Nancy Pelosi e le successive aggressive manovre militari del Dragone.