«Anticiperò il ritorno in Brasile ». Biden potrebbe revocargli il visto- Corriere.it

di Viviana Mazza, nostra inviata a Orlando

Due diplomatici vicini a Bolsonaro — Nestor Forster, ambasciatore brasiliano negli Stati Uniti, e Maria Nazareth Azevedo, console a New York — sono stati rimossi o

«Sono venuto a trascorrere un po’ di tempo con la famiglia. Ma non ho avuto giorni tranquilli. Prima c’è stato lo spiacevole episodio in Brasile, poi il mio ricovero in ospedale».
Bolsonaro cerca di prendere le distanze dai suoi sostenitori più violenti e dice alla Cnn Brasil in un’intervista telefonica di essere «dispiaciuto» per gli episodi di violenza e disposto ad anticipare il suo rientro in Brasile. «Ero venuto per restare fino a fine mese (gennaio, ndr), ma intendo anticipare il ritorno, perché a differenza dei medici locali, i dottori in Brasile conoscono già i miei problemi di occlusione intestinale dovuti alla ferita che ho riportato quando sono stato pugnalato» (nel 2018 in campagna elettorale, ndr
).

Anche se non lo facesse spontaneamente, potrebbe essere costretto a lasciare gli Stati Uniti, non solo se l’amministrazione Biden decidesse di revocargli il visto (alcuni deputati democratici come Alexandria Ocasio Cortez e Joaquin Castro dicono che non dovrebbe trovare rifugio in Florida), ma anche perché l’ex presidente è…