Anna Frank, “ecco il nome di chi l’ha tradita”. Orrore nazista, dopo 80 anni si riscrive la storia – Libero Quotidiano

Chi ha tradito Anna Frank? Quasi 78 anni dopo, arriva una sconcertante risposta sulla bambina simbolo dell’orrore nazista contro gli ebrei. Secondo il libro scritto dalla poetessa e biografa canadese Rosemary Sullivan (Chi ha tradito Anne Frank, HarperCollins) è stato il notaio Arnold van den Bergh a indicare alle SS l’indirizzo esatto dove si trovavano Anna, la sua famiglia e altri perseguitati. Soprattutto, ed è un dettaglio non secondario, il notaio era a sua volta ebreo. E la sua delazione diventa così lo specchio di un clima disperato in cui chiunque, come in un girone infernale, era disposto a tutto pur di salvarsi.

 

 

 

 

La tesi, sconvolgente quanto scientificamente documentata, è suggerito dal Corriere della Sera ed è stata sostenuta da 5 anni di lavori frenetici iniziati nel 2016 e condotti da una equipe che ha studiato il “giallo Frank” sul modello dei cold case.  Della squadra della Sullivan hanno fatto parte Thijs Bayens, cineasta olandese, Pieter van Twisk, storico e giornalista e Vince Pankoke, ex agente dell’Fbi, che hanno consultato ricercatori e investigatori, archivisti, analisti forensi, storici, criminologi e tecnici informatici passando al setaccio…