anche i principi danesi rinunciano al titolo- Corriere.it

di Irene Soave

La regina Margrethe di Danimarca ha tolto a quattro nipoti, tra i 10 e i 23 anni, il titolo di principi: «Perché si costruiscano una vita normale». E tra le giovani eredi delle corone di mezza Europa, la tendenza prende piede

Nessun libro ha mai venduto poche copie scrivendo in maniera sprezzante di Meghan Markle: è «la nuova massima» dell’editoria britannica, scriveva il Guardian pochi giorni fa. Il biasimo social per Markle è diffusissimo, soprattutto tra i suoi coetanei che pure al lavoro sognano la Great Resignation, da quando lei e il marito, il principe Harry hanno annunciato, a gennaio 2020, che avrebbero rinunciato allo stato di membri attivi della famiglia reale. Eppure Markle sembra avere fatto scuola.

Mercoledì la sovrana danese Margrethe ha tolto a quattro dei suoi otto nipoti i titoli nobiliari: Nikolai, Felix, Henrik e Athena, età dai 23 ai 10 anni, figli del suo ultimogenito Joachim. Alla nonna, unica regina regnante in Europa, lo hanno chiesto loro: esprimendo cioè il desiderio di «vivere una vita più normale». Da gennaio non avranno più i titoli di principi e principessa, e terranno solo quelli di Conti, e Contessa, di Monpezat. «La Regina», così la nota della casa reale, «vuole creare per i nipoti un contesto in cui…